Home / Comunicazione / Officina SCART >
Officina SCART

Giugno 2016
3° e 4° Workshop Barbiere di Siviglia
Un Barbiere di Siviglia davvero originale quello che è andato in scena il 22 luglio 2016 a Peccioli. Scenografie e costumi realizzati interamente con materiale di recupero. Nessuno spreco, tanta creatività e la volontà di dimostrare che con i rifiuti si può fare quasi tutto! Cravatte di infiniti colori, tessuti di recupero, tappi di bottiglia, e infiniti scarti di lavorazione in plastica e metallo, bottoni di tutte le fattezze hanno dato vita alle scenografie e ai costumi.
Responsabile e referente del progetto per l'Accademia è la professoressa e artista Angela Nocentini che per questa edizione del Barbiere di Siviglia ha curato le scenografie e i costumi coordinando i numerosi giovani artisti dell’Accademia che nel video si vedono all’opera sugli impianti di Waste Recycling a rintracciare i rifiuti più adatti, quelli che più ispirano per la realizzazione delle opere.




Molto apprezzati dal pubblico i grandi ventagli che hanno sostituito gli edifici della piazza di Siviglia e gli enormi strumenti da barberia che hanno caratterizzano il salotto del secondo Atto: baffi giganti, pennelli, rasoi e pettini. E poi ancora tutti i costumi che si apprezzano sulle scene: Figaro, il Conte d’Almaviva, Bartolo e Rosina vestiti di scarti, ritagli, frammenti che, elevati al rango di tessuti pregiati e sete preziose, sono andati a comporre creazioni sartoriali di grande bellezza ed effetto. Notevole anche il gioco delle luci con l’ottima regia di Giampaolo Zennaro, l’orchestra Amedeo Modigliani di Mario Menicagli e la Corale Valdera diretta da Simone Valeri. Lo spettacolo è stato replicato il 31 luglio 2016 anche a San Gimignano.